Cos'è la Mindfulness e perchè può aiutare a migliorare la salute psico-fisica

  • 27 novembre 2018

Cos'è la Mindfulness e perchè può aiutare a migliorare la salute psico-fisica

“Mindfulness significa prestare attenzione, ma in un modo particolare:
a) con intenzione, b) al momento presente, c) in modo non giudicante”.

Jon Kabat Zinn

Esiste il programma Mindfulness Based Stress Reduction, che è un vero e proprio programma scientifico, sviluppato da Jon Kabat-Zinn, professore presso la Medical School dell’Università del Massachusetts  (U.S.A), e dai suoi collaboratori.

Sviluppato da oltre 30 anni (1979), è stato completato ad oggi da oltre 18.000 persone.

Cosa significa adottare un approccio mindfulness?

L'approccio è basato sulla meditazione della consapevolezza che deriva dalla tradizione buddista, ma è scevro della sua componente religiosa.
Si basa quindi su una iniziale pratica meditativa, adattata al contesto occidentale, applicabile nel quotidiano.

Uno dei concetti fondamentali dell'approccio mindfulness è proprio quello dell'attenzione piena: aiuta a sviluppare un progressivo aumento della consapevolezza di esserci qui ed ora.
Strettamente legato al tema dell'attenzione, l'approccio mindfulness sviscera un secondo importantissimo concetto: l'accettazione.

Ci insegna infatti ad entrare in contatto col dolore, stress, negatività che tutti noi proviamo, tentando non di evitarli o di respingerli, bensi accogliendoli come parte della nostra esistenza.

Questo nuovo modo di vedere la realtà apre la porta a nuove inaspettate consapevolezze, e spesso ad incontrare risposte creative alle nostre sofferenze che vanno fuori dagli schemi mentali tradizionali.

Il riconoscimento dell'efficacia della mindfulness per migliorare la qualità della vita viene supportato e validato dalla ricerca e letteratura scientifica.

Vediamone alcuni dei principali risultati:

MIGLIORA LA SALUTE
Migliora la resistenza del nostro sistema immunitario, diminuisce il dolore, e l’infiammazione a livello cellulare.

MIGLIORA L’UMORE
Aumenta le emozioni positive, diminuisce la depressione, ansia e stress.

MIGLIORA L’AUTOCONTROLLO
Migliora la capacità di regolare le emozioni e la capacità di introspezione, così come la capacità di trattare gli eventi negativi con una attitudine cosciente.

MODIFICA LE CONNESSIONI CEREBRALI
Vari studi dimostrano che le persone che praticano la mindfulness in modo costante presentano alcune differenze a livello cerebrale rispetto a chi non pratica:
Aumento della materia grigia, Accrescimento del volume cerebrale nelle aree connesse alla regolazione delle emozioni.
Aumento dello spessore della corteccia nelle aree connesse alla capacità di prestare attenzione.
 
MIGLIORA LA PRODUTTIVITÀ
Miigliora i livelli di attenzione e le capacità di memoria, cosi come la creatività e la capacità di pensare fuori dagli schemi in modo costruttivo.

Adottare un approccio mindfulness risulta insomma migliorare a livello globale la qualità di vita degli individui, fornendo nuove attrezzature emotive e relazionali per diminuire lo stress, la negatività e la sofferenza (fisica ed emotiva).

Sitografia:

http://www.neocogita.com/i-20-benefici-della-mindfulness/
http://www.mindfulnessitalia.it/

Condividi l’articolo: